Feed Rss



Apr 22 2010

Psicologia dei Buddha

category: Corsi author:

La Psicologia dei Buddha o Terza Psicologia

“La Mente Olistica o Chiara Mente “

La funzione di un Maestro si riassume in questo: trasformare un crollo in un’apertura. Lo psicoterapista si limita a rimetterti insieme, questa è la sua funzione; il suo compito non è trasformarti. Hai bisogno di una metapsicologia, la psicologia dei Buddha.

Sperimentare un crollo consapevolmente è una delle più grandi avventure nella vita. E’ il rischio più grande che ci sia, poichè non ci sono garanzie che il crollo diventi un’apertura. Infatti lo diventa, ma non sono cose che si possono garantire. Il tuo caos è antichissimo; per un’infinità di vite, sei stato nel caos: è spesso ed è denso, in pratica è un universo in sè. Pertanto, quando ci entri, con le tue fragili capacità, ovviamente è pericoloso. Ma senza confrontarsi con questo pericolo, nessuno si è mai integrato, nessuno è mai diventato un individuo, indivisibile.

Lo Zen,  meditazione, è il metodo che ti aiuterà ad attraversare il caos, a passare attraverso la buia notte dell’anima, con equilibrio, disciplina, presenza attenta.

L’alba non è molto lontana, ma prima che tu la possa raggiungere, devi attraversare la buia notte dell’anima. E ricorda: man mano che l’alba si avvicina, la notte diventerà sempre più oscura e tenebrosa.” Osho “Lo Zen”

Se desideri Sessioni a distanza puoi chiedere di connetterti via Skype, se desideri un Percorso inviami una email specificando cosa stai cercando. Grazie Vedanta

 

La Terza Psicologia

La Psicologia dei Buddha”

LaPsicologia dei Buddha contempla l’Essere Multidimensionale mentre la psicologia occidentale si occupa di sintomi e cerca di curarli, la psicologia dei Buddha ti aiuta ad entrare in te stesso, al tuo Centro.

La psicologia dei Buddha ha prima di tutto un grande rispetto per ciò che di Divino è in te e quindi per prima cosa ti accompagna al di là dei sintomi per farti entrare nel tuo Tempio, nella tua stessa natura multidimensionale.

Non lo fa dopo anni di terapia inutile come nella psicologia che si morde la coda…ma “Adesso”, proprio perchè ha un grande amore per la verità celata dentro di te, nel tuo stesso Spirito.

I disagi li considera come ovvia conseguenza di una società schizofrenica, scissa fra spirito e materia, confusa. Non considera te come schizofrenico, ma la società o mente collettiva, che non dà valore a ciò che sei: al tuo Essere, al motivo profondo della tua incarnazione in questo Pianeta che è, in realtà, una Scuola per imparare ad essere responsabili  e a ricordare che tu non sei solo il corpomente, dopodichè, se superi questi esami di ammissione, farai come tutti i Buddha hanno fatto:

Non ci torni più, ma dissolvi il tuo stesso Sé nell’eterno fluire.

Il punto di partenza per aiutarti ad essere totalmente ciò che sei, non sarà vedere quanta nevrosi avrai accumulato, ma perchè e allora andremo a consultare la tua Guida individuale, quella che, dal Piano di Beatitudine Astrale ti ha aiutato a reimmetterti in un utero e riprendere forma fisica. Gli chiederemo perchè e qual’è la tua Carta d’Identità Verticale, non quella che qui hanno prodotto e ti hanno incollato i genitori e la società, ma quella Reale che ti appartiene come Anima.

Il consulto con la tua Guida ci darà chiarezza delle vere motivazioni che ti hanno indotto ad incarnarti, allora da lì si incomincia finalmente a ragionare in termini di

Realtà .

Nel caso tu fossi più ancora evoluto allora consulteremo anche il tuo Spirito o Animus che ci dirà quali parti di te come anima non sono completate e come fare per raggiungere tale completamento, per essere semplicemente:

Integro= Te stesso

Ma parlare di integrità in una società malata è davvero una vetta alta da raggiungere, allora il Terapeuta Maestro che io sono, ti darà delle Tecniche che ti aiuteranno enormemente, perchè sono sperimentate nei millenni da tutti i Buddha che sono arrivati sulla Terra per aiutare e sono state aggiornate per te, uomo/donna contemporaneo dal Maestro dei Maestri Osho, un Buddha dei giorni

nostri, un Gigante dell’Illuminazione.

Un Cristo un Buddha non sono una persona, ma uno Stato della Coscienza Superiore

Attraverso le Tecniche di Meditazione sperimentate con milioni di discepoli fin dall’antichità approdi alla ” Conoscenza ” che, a differenza della cultura che impari leggendo o perchè un professore ti dice le cose o che trovi in internet, qui, entrando dentro te stesso: Conosci il tuo Sè dapprima individuale e poi, se cresci verticalmente, il Sè Universale.  L’Universo è dentro di te, ma all’inizio è necessaria una Guida esperta, perchè dentro di te è così vasto che ti puoi perdere; per questo Osho ha preparato noy Maestri Osho neo Reiki, dei Tramiti dell’Energia Universale, che conoscono su di sé e con l’esperienza, come nel mio caso, di molte vite e di centinaia  di persone con cui ho lavorato in trent’anni, il viaggio dell’

Entronauta o Scienziato dell’interiorità.

L’Astronauta viaggia nella capsula dentro l’Universo esteriore, noi viaggiamo nell’Universo interiore che, paradossalmente, è molto simile a quello esteriore, viaggiamo attraverso le Dimensioni, i mondi paralleli, i Regni dello Spirito, l’Akasha o Biblioteca della memoria Universale, ma non con la mente come facciamo con internet…ma attraverso la nonmente che stà al di là del Punto Zero di cui oggi parla anche la Scienza Quantistica.

Alla fine si scopre che i Mystici antichi sapevano già tutto quello che solo oggi la scienza è in grado di capire attraverso la mente e gli esperimenti.

Quel Punto Zero è un passaggio dimensionale, che qui contempleremo non in quanto passaggio nelle altre Galassie, ma negli strati della tua stessa coscienza accumulata da vite e vite. Passeremo dal conscio, al subconscio, all’inconscio, al superconscio fino al Vuoto che contiene tutte le Galassie.

Ma tutto questo processo di Conoscenza avviene in modo morbido e protetto dall’Amore del Maestro Osho in Energia ancora disponibile, e di tutti i Buddha e Cristo che formano un Corpo Unico, un Sole della Consapevolezza Universale che irradia amore e compassione.

La Legge dell’Uno ti farà sentire unico e irripetibile quale sei, e ti darà l’esperienza dell’Unità dentro e fuori di te, allora scoprirai che non sei separato, che la separazione era un’idea:” Un cacio cavallo appiso” mi sembra si dica in Fiorentino. Appiso nella cantina del tuo inconscio, le idee sono appese lì e ti condizionano a seconda della cultura e società in cui vivi te la raccontano e tu segui da vite e vite, quelle idee, quei “caci”.

Con lo strumento delle Sessioni Terapeutiche di Percorso e le Meditazioni andremo a scovare le idee che ancora governano il Dio che sei, per liberare il tuo Essere da quelle catene inutili che ti trattengono in una sola dimensione orizzontale.

I Percorsi sono delicati e non si avanza se tu non te la senti, ci si ferma un po’ a coccolare le ferite per guarirle a conoscere la Compassione di cui gli Illuminati come Gesù , Buddha, Osho e i Maestri Zen hanno sempre parlato.

Non c’è nessuna fretta, abbiamo tutto il tempo, il tempo dell’eternità.

Ma sappi, tu che leggi, che il tempo dell’eternità è sempre

ORA.

Non perdere l’occasione di intraprendere un Percorso nel mondo Verticale dell’Amore che non conosce contrario, perchè chi ti scrive appare come te, in un corpo fisico nella forma femminile in questo caso, ma esso/a è un Essere Multidimensionale, un Bodhisattwa, un Buddha in crescita, che stà dando il suo Servizio agli abitanti della terra che vorranno fare il

Salto Quantico

della Coscienza, partendo dal più grande Potere che esista:

Essere al proprio Centro.

Un Tramite dell’Energia Universale Oceanica chiamata Osho, il cui scopo è quello di riparare le ali della tua mente frantumata rimetterle a posto con l’Energia dorata e argentea della Consapevolezza Divina e aiutarti a volare così in alto, oltre i confini della mente, stando seduto in poltrona con la schiena diritta e gli occhi chiusi.

La Terra, nostra Madre, stà evolvendo e noi con Lei, il salto quantico del 2012 è già avvenuto nel mio sistema corpomente e corpi sottili e nei Buddha contemporanei e antichi, ma la Terra e i suoi figli lo affronteranno presto e io sono un Operatore di Energia Universale che ha gli Strumenti Chirurgici per operare durante questo cambiamento di rotta.

 

La Psicologia dei Buddha non è analisi, né sintesi; è trascendenza: è andare oltre la mente. Non è un lavoro all’interno della mente, essa opera per portarti fuori dalla mente, nel Cuore Universale. Ed è questo il significato della parola ‘estasi’: uscire fuori. La psicanalisi non fa altro che potare le foglie dell’albero, ma questo farà nascere altre foglie.

Non taglia affatto le radici.

La Psicologia dei Buddha taglia le radici stesse di quell’albero che crea ogni sorta di nevrosi, di psicosi, che genera un uomo frammentario, meccanico, scisso e aiuta invece il seme della Meditazione affinchè un albero maestoso, gigantesco, illuminato possa esistere.

Il Maestro è un giardiniere, ma il maestro è anche la morte, la morte del vecchio, delle abitudini che danneggiano noi stessi e le nostre interrelazioni con gli altri.

Ho studiato per tutta l’adolescenza e la giovinezza tutti i libri della psicologia occidentale da Freud , Jung, Maslow, Adler ad Assagioli ecc., e tutti i libri di filosofia da Platone, Aristotele, Socrate,  Kant, Sartre  ecc., ho psicanalizzato me stessa per metà della mia vita, ottenendo ulteriore nevrosi, altre foglie spuntavano sempre…soltanto con Osho ho iniziato a crescere veramente, ma ho permesso all’amato Maestro di tagliare il vecchio albero della sofferenza e delle distorsioni, così è che sono entrata nell’eterno fluire.

L’Essere Multidimensionale è come un Grande Albero

Egli ha conosciuto e integrato i sette corpi nel corpo di Diamante e ha trasceso l’individualità di questa ultima manifestazione nel Bodhisattwa, ha consacrato la propria vita al Maestro Guida Illuminato Totalmente Osho.

E’ il Cristosss, colui che è sé stesso, Maestro di sé stesso, Discepolo del Maestro Interiore, al di là dei tempi: passato, presente e futuro.

Stabilizzato nel Servizio agli altri, incluso sé stesso.

Insomma un individuo che vive nella Gioia pura di solo Essere.

O semplicemente un Essere sano, integro, al proprio Centro,

Naturale.

Questo è l’Avvento sulla Terra, molti esseri in questa epoca stanno per accedere a questa Consapevolezza per il beneficio di tutti e spesso li troviamo negli Operatori Olistici, Operatori di Luce, Scienziati Quantistici e nei Creativi.

La Soglia, nella Zen Healing School, per accedere all’ Essere multidimensionale è la Meditazione. L’Iniziazione data da un Maestro di Luce che ha già trasceso l’ego, un Maestro Osho neo Reiki Prem di IV° Livello che fa da Ponte fra le Dimensioni, quale io sono, dandoti l’Iniziazione và ad agire nelle cellule per sintonizzarle alla Nuova Coscienza planetaria e renderle vibranti e allineate al Piano Divino del tuo stesso Sé superiore.

La vera salute dei sette corpi, ma per essere più sintetici, dei Tre:

Corpo Spirituale, Corpo mentale* psichico/astrale e Corpo fisico o Planetario, come lo chiama C. Gurdjieff,

avviene quando questi sono in perfetta armonia con il progetto iniziale di quello Spirito che ha preso corpo*casa in quest’epoca.

Il Maestro Terapeuta ti aiuta a riconoscere i passaggi necessari per la tua maturità spirituale, a quel punto la tua Laurea=Illuminazione è in atto. Il processo è avviato e tutta l’esistenza ti sostiene, dalla parte della Consapevolezza dove il tuo Spirito e la tua psiche si sono allineati con la chiarezza e l’onestà.

Le tue qualità saranno i tuoi Angeli custodi e la vibrazione in cui camminerai sarà mano nella mano dei Maestri che non ti abbandoneranno più, finchè non sarai arrivato/a a:

Casa.

L’Essere Multidimensionale imparerà a veicolare l’Energia Quantica Fotonica Universale come uno scienziato interiore e a nutrirsi dell’Amore senza contrario attraverso la Meditazione.

Donando agli altri la propria armonia, beatitudine, equilibrio, amorevolezza servirà senza servire, ma semplicememente essendo sé stesso.

Un essere integro aiuta con la sua sola Presenza e attinge anziché al serbatoio umano a quello Divino, ricevendo sempre di più e quindi avendo sempre di più da dare. Appagato in sé stesso è un Imperatore e non mendica l’attenzione da parte degli altri perchè è nutrito dal suo stesso Essere sempiterno.

La mente non può usarlo, ma è l’Essere multidimensionale a usare gentilmente la mente per essere da lei servito in modo idoneo e la mente ordinaria è felicemente senziente, perchè è al servizio della Consapevolezza che è Luce.

Ti ricordo il nome che Osho mi ha donato quando era in vita, il nome è l’indicazione della mia autorealizzazione in questa vita. (1987)

Ma VedantaPrem

Insegnamento non duale, nonmente, al di là delle parole, Amore

L’uomo è scisso. La schizofrenia è la normale condizione dell’essere umano, quanto meno adesso. Forse non era così in un mondo primitivo, ma secoli di condizionamenti, di civiltà, di cultura e di religione hanno reso l’uomo una folla, diviso, scisso, contraddittorio…ma poiché questa schizofrenia è contro la sua natura, da qualche parte nelle profondità del suo essere sopravvive ancora l’unità. Poiché l’anima dell’uomo è una, tutti i condizionamenti arrivano al massimo a distruggere la periferia dell’uomo. Ma il centro resta vergine, non ne è toccato, ecco perchè l’uomo continua a vivere. Tuttavia, la sua vita è diventata un inferno.

L’intero sforzo dello Zen è orientato nel tentativo di lasciar cadere questa schizofrenia, questa personalità scissa, questa mente umana divisa…come diventare indiviso, integro, centrato, cristallizzato.

Così come sei, non puoi dire di esistere. Non hai un essere. Sei una piazza di mercato, un vociare…se vuoi dire di sì, subito si profila il no. Non puoi neppure pronunciare una parola semplice come un sì con totalità…in questo stato di cose non è possibile alcuna felicità; l’infelicità è una conseguenza naturale di una personalità scissa.” Osho

La funzione di un Maestro si riassume in questo: “Trasformare un crollo in un’apertura. Lo psicoterapista si limita a rimetterti insieme, questa è la sua funzione; il suo compito non è trasformarti: Hai bisogno di una metapsicologia, la psicologia dei buddha. Sperimentare un crollo consapevolmente è una delle più grandi avventure della vita. E’ il rischio più grande che ci sia, poiché non ci sono garanzie che il crollo diventi un’apertura. Infatti lo diventa, ma non sono cose che si possono garantire. Il tuo caos è antichissimo; per una infinità di vite, sei stato nel caos, è spesso ed è denso, in pratica è un universo in sé. Pertanto quando ci entri con le tue fragili capacità, ovviamente è pericoloso, nessuno si è mai integrato, nessuno è mai diventato un individuo indivisibile.

Lo Zen, o la meditazione, è il metodo che ti aiuterà ad attraversare il caos, a passare attraverso la buia notte dell’anima, con equilibrio, disciplina, presenza attenta.

L’alba non è molto lontana, ma prima che tu la possa raggiungere, devi attraversare la buia notte dell’anima. E ricorda: man mano che l’alba è vicina, la notte diventerà sempre più oscura e tenebrosa.” Osho

Ho attraversato la “buia notte dell’anima” che è una, ma si manifesta in tante tappe nella vita psico-fisica, e quindi conosco, per esperienza, cosa accade e come si esce alla Luce della Consapevolezza. Soltanto qualcuno che non è un leader/insegnante delle terapie/meditazioni, ma un risvegliato di nuova generazione può realmente portarti a Casa, perchè semplicemente ci abita, la conosce, ci respira o meglio ne viene respirato. I leader/insegnanti sono addetti ai lavori nella massa, per, in qualche modo pubblicizzare il lavoro del Maestro Osho, ma raramente riescono a non creare confusione e giocare con proiezioni che rallentano il vero ritorno a casa.

Anche questa affermazione fa parte della mia esperienza nel percorso di discepolato e di autoguarigione. Non pronuncio nulla, nemmeno trascrivo parole del Maestro Osho o di altri Illuminati se non ne ho una Reale esperienza. Non amo le “citazioni” si adattano benissimo agli insegnanti, agli intellettuali, ma non a me.

La mia reale natura è il fondersi con ciò che i Maestri trasmettono, assorbirne l’essenza, morire ogni momento per Essere.

Altre formule non si sono mai adattate alla mia natura e quando per malcomprensione ho provato a “imparare” anziché fondermi con la Verità il risultato è sempre stato un disagio.

Apro gli occhi ed è la verità che li apre, chiudo gli occhi ed è la verità a chiuderli. Questo Stato è Vuoto di forma pensiero, privo di concetti e credenze e si rinnova di minuto in minuto, rendendo la vita terrena intensa e non separata dall’Amore senza contrario, senza odio.

Questa è la vera salute di cui parlano tutti i buddha, ed è sufficiente sperimentare anche per pochi istanti questo Stato di espansione o Trascendenza della coscienza per sapere di che cosa stò parlando. Permanere in quello Stato 24 hore su 24 è però un’altro paio di maniche! Questo Stato si amplia sempre più a mano a mano che restiamo coerenti con la nostra vera natura e non seguiamo i condizionamenti che fanno parte della nostra educazione e cultura. In pratica non tradiamo il nostro sentire profondo a favore di una maggioranza.

Se io mi sono risvegliata non vedo perchè, tu che leggi, non puoi entrare in questo Regno Divino.

Fatti coraggio, scrivimi.

 Vedanta